Supercut, a new online store

5:01 PM

Today I'm happy to introduce you Marine, the super talented owner of a brand new online store, Supercut! She's our new sherpa in the still obscure world of buying fabrics online in Italy. Marine shares with me the idea that the Italian market needs some fresh air... but I'll leave you in her hands!

Oggi sono fiera di presentarvi Marine, la talentuosa proprietaria del nuovo store online Supercut! E' la nostra sherpa nell'ancora oscuro mondo dell'acquisto di tessuti online in Italia. Marine condivide con me l'idea che il mercato italiano al momento ha proprio bisogno di una bella ventata di aria fresca...ma lascio a lei la parola!

Supercut.it






Who are you and where do you come from, Marine?
Marine: Hi everyone, I come from the windy and rainy (not always ;) coasts of Brittany, in France. I’m 37. I love the sea and sailing. When I was 8 I used to sail alone on my optimist, then I travelled around the world to participate to many races at a competitive level! I’m married to a Belgian guy and I have two sons, Joseph (6) and Nils (4), they already speak Italian better than me, with a strong Bergamo accent. Our family moved to the beautiful city of Bergamo in 2011 because my husband, who is an engineer, works here. He builds sailing boats here, even if we live 200 km away from the sea…

Chi sei e da dove vieni, Marine? 
Marine: Ciao a tutti! Vengo dalle coste ventose e piovose (non sempre ;-) della Bretagna, in Francia.
Ho 37 anni, fin da piccola ho sempre adorato il mare e le barche a vela. A 8 anni andavo già da sola sul mio optimist, poi sono seguiti anni di gare agonistiche di vela che mi hanno portato dappertutto nel mondo!
Sono sposata con un belga ed abbiamo due figli, Joseph di 6 anni e Nils di 4 anni, parlano italiano meglio di me, con un accento bergamasco molto forte. La nostra famiglia si è trasferita in Italia, nella bellissima città di Bergamo, nel 2011 per il lavoro di mio marito (è ingegnere). Costruisce barche da gara, qui, a 200 chilometri dal mare...




 
When and why did you decide to open Supercut?
M: After two years in Italy, I wanted to start working again. Being an expatriate wife-mother wasn’t enough…I wanted a new challenge (I like to test myself…), but finding a job was more complicated than expected. In France I was a communication manager, but my Italian wasn’t good enough for a similar job. And with two children, and no one helping me, I needed a job that allowed me to stay with them. That’s how I envisioned Supercut: I can work at home, and always be there for my children. It’s hard to work at home with children, they always need something, they argue, they are hungry, they are thirsty, they want to play outside, or, worst of all, they want to help me… ;)
                                                    
My passion for fabrics and sewing started when I became a mother for the first time, in 2007. At the same time in France a new sewing trend boomed. The old era of “grandma sewing” was over. A new wave of modern, creative, “dans l’air du temps” sewing had started… New, beautiful sewing blogs were popping up every day, new fabric brands appeared, new pattern designers, amazing forums…the libraries were full of sewing books, everyone could find something that matched their taste! Buying online was easier than ever, and so I could spare time and stay with my children!
So I borrowed my mother’s sewing machine and I learned sewing through blogs, sites or sewing forums. I created quickly simple garments or toys for my children.
When we moved to Italy in 2011 the choice of fabrics was limited, it was so hard to find tools, patterns or books that suited my taste of French mama!
That’s how Supercut came to my mind. I wanted to create the first fabrics and haberdashery online shop, with selected products of high quality.



Quando e perché hai deciso di aprire Supercut?
M: Dopo due anni in Italia, volevo ricominciare ad avere un attività professionale. Non mi bastava più  essere una mamma-moglie espatriata.... Volevo una sfida mia (mi piacciono le sfide...), ma trovare un lavoro è stato più complicato del previsto. In Francia ero una manager, mi occupavo di comunicazione, ma questo è un lavoro che richiede un conoscenza perfetta della lingua. In italiano non potevo essere allo stesso livello. Poi con due bambini, senza nonni o famiglia vicina, avevo bisogno di trovare un lavoro che mi permettesse di occuparmi dei miei bambini. Cosi l'idea del negozio online è arrivata: posso lavorare da casa, ed essere sempre presente con i miei figli.... poi con un po’ di esperienza... per dire la verità, non è sempre facile lavorare quando ci sono i bambini... hanno sempre bisogno di qualcosa, o litigano, o hanno fame, o sete, o hanno voglia di uscire, e due minuti dopo hanno voglia di tornare a casa, o il peggio di tutto.... hanno voglia di aiutarmi... ;-)

L'idea della merceria è arrivata poco tempo dopo. La mia passione per i tessuti e il cucito è nata quando sono diventata mamma per la prima volta nel 2007. In quel periodo nasceva in Francia un nuovo trend molto forte sul tema del cucito. Era finita l'era del vecchio cucito della nonna. Una nuova era, gioiosa, creativa, moderna, "dans l'air du temps" era arrivata... Nascevano nuovi blogs di cucito tutti giorni, uno più bello dell’altro, nuovi marchi di tessuti stupendi, nuovi creatori di cartamodelli, forum bellissimi... Le librerie si sono riempite di libri di cucito, era impossibile non trovare modelli che incontrassero il proprio gusto o la propria capacità! Sono spuntati dappertutto negozi online che proponevano tessuti irresistibili. Era diventato sicuro, conveniente e veloce comprare online, e in più così potevo risparmiare tempo per i miei piccoli! 
Quindi non ho fatto altro che lasciarmi trasportare, ho rubato la macchina da cucire della mia mamma, ed ho imparato da cucire leggendo blogs, siti o forum di cucito. In poco tempo sono riuscita a creare vestiti semplici o piccoli giochi di stoffa per i miei bambini.
Purtroppo  quando la nostra famiglia si è trasferita in Italia nel 2011, la scelta dei tessuti che ho trovato era ancora molto limitata, ho fatto molta fatica a trovare materiale, strumenti, cartamodelli, libri che incontrassero il mio gusto di mamma francese.
E cosi è nato Supercut. Volevo creare il primo negozio italiano di tessuti e merceria, con prodotti selezionati e di qualità.




What do you like to sew the most?
M: Now that I’m the owner of Supercut I don’t have time to sew any more…but I love to sew garments or toys for my children. Sarouels, trousers (elastic, with big pockets and super strong knee pads!), vests, toys (I’ve created a fabric gun!), garlands, aprons, duvets, patchwork blankets… Now it’s easy to find everywhere (but not in Italy) many books, sites or blogs with tutorials for every level.
I’ve started sewing for me simple dresses from Japanese sewing books. I’ve sewn some comfortable trousers inspired by Thai fishermen for my husband!

Which fabrics do you like the most?
M: It’s so hard to say…It depends. I love all the fabrics I’ve chosen for Supercut, of course! I love the new Atelier Brunette collection. And I adore the fabrics by Fifi Mandriac…maybe because they are sooo French!

 
Cosa ti piace cucire?

M: Adesso che ho creato Supercut purtroppo non ho più toccato la mia macchina da cucire... Ma mi piace cucire vestiti o giochi per i miei bambini. Sarouels, pantaloni (a taglia elastica, con grande tasche e con ginocchi ultra rinforzati...), gilets, giochi (ho inventato la pistola in tessuto!), ghirlande, grembiuli, copripiumini, patchwork....... Adesso (ma non in italia) è facile trovare tantissimi libri, siti, forums o blogs con tutorials per tutti i livelli di cucito.
Ho iniziato poco tempo fa a cucire anche per me, abiti semplici da cartamodelli giapponesi. Ho fatto anche dei pantaloni da pescatore thailandese in lino, molto comodi, per il mio marito...



Quali tessuti ami di più?

M: E difficile dare una risposta... dipende dall'uso. Ovviamente mi piacciono molto tutti quelli che ho scelto per Supercut. Al momento amo particolarmente la nuova collezione Atelier Brunette, soprattutto il Liberty. E adoro i disegni di Fifi Mandirac... forse perché sono molto francesi!





Do you have a secret trick/good advice to share with us?
M: Some people tell me that 23 euro for a square meter of fabric is too much (for example the Liberty fabric, which is really cheap in my shop, if compared to other resellers) and that they can’t afford to sew a whole dress with it. I think that we don’t need to sew a dress totally with Liberty fabrics! With only 50 cm we can give that extra touch to a simple fabric. We can use cotton or a plain denim and then add some Liberty bias, 50 cm of Atelier Brunette or Petit Pan buttons, to make a unique dress!

Some previews?
M: Yes! A lot of big news!
First of all, Supercut is now available in English and it will be soon online in French.
Then I’d like to create my own blog to talk about sewing, introduce bloggers, new products, maybe some advices..but I’m a bit scared of it because my Italian is not perfect…
I’m searching for new products too: marinière fabrics for next spring and summer, and I’d love to have some Italian supplier! Unfortunately I manage Supercut alone (even if my husband supports me, and my children too), my budget is still low, I have to go on step by step.



Hai un trucco/consiglio da svelare?

M: Spesso mi dicono che un tessuto a 23€  al metro (tipo il Liberty, che per info vendo a prezzo molto più basso che in altri negozi) costa troppo per cucirci un abito intero. Io  rispondo che non serve cucire un abito integralmente in Liberty! Bastano 50cm per dare un tocco di più a tessuti più semplici. Si può usare un cotone o un denim semplice a tinta unita, più economici, e poi rendere unico l’abito con un po’ di sbieco Liberty, 50cm di Atelier Brunette o bottoni Petit Pan!


Un'anteprima delle prossime novità?

M: Siii! Tantissime novità!
Prima di tutto Supercut è da poco disponibile in inglese, e presto lo sarà anche in francese.
Poi vorrei aprire un blog per parlare di cucito, presentare bloggers, prodotti, forse anche dare qualche consigli di cucito... anche se mi fa molto paura perché non scrivo ancora perfettamente in italiano....
Vorrei anche trovare nuovi prodotti: tessuto marinière per la primavera e l'estate, e, perché no, vorrei aggiungere ai miei fornitori anche degli italiani!
Purtroppo lavoro da sola (anche se ho il supporto di mio marito e dei bambini), con un budget ancora piccolo, e devo andare passo dopo passo.



How do you see Supercut in the future?
M: I hope Supercut will find a place in Italian market. I’d like to add new products, like wool, and reduce the shipping costs..
My biggest dream is to make the Italian women want to learn to sew for themselves and their children. In Italy they still prefer creative sewing, but I hope they’ll start sewing garments like in France, or Germany, England, Belgium…
Sewing is not for old ladies anymore!


Come vedi il futuro di Supercut?

M: Vorrei che Supercut trovasse la sua posizione sul mercato italiano.  Vorrei sviluppare l'offerta di prodotti, anche con della lana per la maglia, abbassare i costi di spedizione...
Vorrei anche invogliare le donne italiane a mettersi a cucire per loro stesse e loro bambini. In Italia il cucito creativo spopola ancora, ma spero che la sartoria anche qui, come in Francia, Germania, Inghilterra, Belgio…
Vorrei che cucire non sia più considerato come un hobby da vecchietta!



You Might Also Like

1 comments

  1. Marine, it was so nice to get to know your story and I wish you ever success with Supercut. It's so wonderful that you saw a need in the market and took some initiative to change the situation. I'm off to check out your shop and dream of European fabrics! :) www.eleganceandelephants.com

    ReplyDelete

Like us on Facebook

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Pinterest

Subscribe